Flowers Festival – ‘Building a New Society’, Ezio Bosso e Joan Baez tra i nomi più attesi

Il programma completo della quinta edizione, in programma dal 27 giugno al 20 luglio, al Parco della Certosa di Collegno

0
119

Flowers Festival – ‘Building a New Society’, Ezio Bosso e Joan Baez tra i nomi più attesi

di Marco Drogo/ph.Letizia Reynaud

“Un grande musicista non è chi suona più forte ma chi ascolta più degli altri. Così i problemi diventano opportunità”. Ezio Bosso aveva concluso con queste parole il suo discorso al Parlamento Europeo, lo scorso 26 giugno 2018. “Vi parla un bambino – aveva detto il maestro – che era abituato ad essere europeo: chi dedica la propria vita alla musica frequenta fin da piccolo germano-austriaci come Beethoven, o francesi come Debussy, o tedeschi come Mendelssohn. L’Europa è come un’orchestra, la musica trascende ogni confine”.

Parole che un anno fa raccolsero l’applauso dell’Europarlamento. Un anno dopo, il pianista, compositore e direttore d’orchestra torinese è tra gli ospiti più attesi nella line-up del Flowers Festival. Il suo nome, nel cartellone degli eventi, in una location come quella del Flowers Festival, stupisce.

Chi conosce bene Ezio Bosso, come racconta il direttore artistico Fabrizio Gargarone, invece non rimane sorpreso, conoscendo quanto il maestro sia fiero delle sue origini popolari. E quanto ami abbattere, i muri, anche quelli a volte ancora troppo elitari o snob della musica classica, che invece trova sempre maggior successo tra il pubblico. Il prossimo 11 luglio, sarà sicuramente emozionante, vederlo dirigere l’Orchestra che suonerà sul palco del Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To). Questo concerto ha in programma la Sinfonia n.5 di Beethoven, oltre ad una composizione in prima assoluta del maestro che ha raccolto il testimone di impegno sociale e culturale del grande Claudio Abbado.

‘Building a New Society’ per il Flowers Festival non è soltanto un sotto-titolo, ma una vera e propria dichiarazione d’intenti. La kermesse vuole dare, attraverso l’arte e la musica, il suo contributo al dibattito sulle trasformazioni sociali in atto. Da giovedì 27 giugno, a sabato 20 luglio, nel Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To) il Festival organizzato e promosso dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour e dalla Cooperativa Culturale Biancaneve, attraverso i suoi eventi, “vuole offrire una rappresentazione dell’odierna scena musicale e offrire relative alla necessità di avviare la costruzione di una nuova società”.

“Le ultime due edizioni, sono state dedicate a Franco Basaglia, lo psichiatra italiano a cui si deve la legge, tuttora all’avanguardia nel Mondo, per il superamento delle strutture psichiatriche. – spiega il direttore artistico del Flowers, Festival Fabrizio Gargarone, durante la conferenza stampa di presentazione al Circolo dei Lettori di Torino.

Quest’anno invece ci dedichiamo ad approfondire il tema della ricerca di nuove fondamenta per una nuova società. Per questo il primo ospite ad essere annunciato è stata Joan Baez, testimone di un grande movimento che ha provato a cambiare il mondo e che ha avuto tra i suoi protagonisti i principali artisti dell’epoca. Si considera tutt’oggi come attivista politica e sociale piuttosto che cantante”. L’allora usignolo di Woodstock, nota anche per la sua unione artistica e sentimentale con Bob Dylan, sarà sul palco il 19 luglio. Porterà, anche in quello che sarà molto probabilmente il suo ultimo tour, il suo impegno civile e il pacifismo.

Molto atteso in cartellone anche Yann Tiersen (8 luglio) che entra nel tema del Festival con un percorso singolare avendo scelto con la sua compagna di vivere in una piccola isola bretone, Ouessant, in una comunità di 800 persone pur essendo un artista di livello mondiale, proprio come ha fatto Olafur Arnalds, il nuovo astro del pianismo contemporaneo, che vive e lavora nella sua Mosfellsbær, piccola città a venti km da Reykjaví. Anche l’amatissimo Jack Savoretti (venerdì 5 luglio), pur essendo una star internazionale, in grado quest’anno con il suo ultimo album di occupare il primo posto degli album più venduti in Regno Unito, ha scelto di vivere nell’Oxfordshire dove i figli frequentano la scuola pubblica e si parla con gli altri e “ci si saluta per strada”.

Tra i precursori di questa scelta di vita, in Italia, c’è Maurizio Carucci: il leader degli Ex- Otago (3 luglio), uno dei gruppi di punta della nuova scena italiana, affianca alla sua professione di musicista quella di contadino in un piccolo comune della Val Borbera.

Il cartellone del Flowers Festival, quest’anno più che mai, sottolinea quanto le risposte alle necessità di cambiamento siano tante e diverse. Da giovedì 27 giugno a sabato 20 luglio, Flowers Festival propone un calendario di appuntamenti da non perdere.

FLOWERS FESTIVAL 2019: IL PROGRAMMA 

GIOVEDI’ 27 GIUGNO
CHINESE MAN + C’MON TIGRE
posto unico in piedi 20 euro

VENERDI’ 28 GIUGNO
OLAFUR ARNALDS + DARDUST
posto a sedere numerato da 34 euro, 28 euro e 20 euro

SABATO 29 GIUGNO
PENDULUM dj set + PANDA DUB + TWEE
posto unico in piedi 20 euro

MARTEDI’ 2 LUGLIO
PINGUINI TATTICI NUCLEARI + CLAVDIO
posto unico in piedi 20 euro

MERCOLEDI’ 3 LUGLIO
EX-OTAGO + VIITO
posto unico in piedi 20 euro

GIOVEDI’ 4 LUGLIO
MADMAN + MASSIMO PERICOLO
posto unico in piedi 22 euro

VENERDI’ 5 LUGLIO
JACK SAVORETTI – Unica data italiana
posto a sedere numerato da 38 euro, 32 euro, 26 euro

SABATO 6 LUGLIO
DJ FROM MARS + IMMANUEL CASTO + ROMINA FALCONI + THE ANDRE’
posto unico in piedi 15 euro

LUNEDI 8 LUGLIO
YANN TIERSEN
posto a sedere numerato da 36 euro, 30 euro, 24 euro

MARTEDI 9 LUGLIO
RANCORE + FAST ANIMALS AND SLOW KIDS + GIANCANE
posto unico in piedi 20 euro

MERCOLEDI’ 10 LUGLIO
ZEN CIRCUS + GIOVANNI TRUPPI + IO E LA TIGRE
posto unico in piedi 20 euro

GIOVEDI’ 11 LUGLIO
EZIO BOSSO
& EUROPE PHILHARMONIC ORCHESTRA
posto a sedere numerato da 50 euro, 40 euro, 30 euro

VENERDI’ 12 LUGLIO
MECNA + SIDE BABY + DUTCH NAZARI
posto unico in piedi 18 euro

SABATO 13 LUGLIO
THE BLOODY BEETROOTS dj set + PRIESTESS + FRAN E I PENSIERI MOLESTI
posto unico in piedi 15 euro

DOMENICA 14 LUGLIO
GIUSEPPE CENDERNA, WILLI MERZ PROJECT, CLG ENSEMLBE in Odisseo, il Migrante

LUNEDI’ 15 LUGLIO
THE LIBERATION PROJECT
Feat. Phil Manzanera, N’Faly Kouyate, Cisco Bellotti
posto unico in piedi 20 euro

MARTEDI’ 16 LUGLIO
GAZZELLE
posto unico in piedi 25 euro

MERCOLEDI’ 17 LUGLIO
MOTTA + LA RAPPRESENTANTE DI LISTA + FULMINACCI
posto unico in piedi 20 euro

VENERDI’ 19 LUGLIO
JOAN BAEZ
Unica data italiana
posto a sedere numerato da 53 euro, 46 euro, 38 euro

SABATO 20 LUGLIO
FLOWERS FESTIVAL FINAL PARTY

I biglietti per i concerti si possono acquistare negli abituali punti di prevendita dei circuiti www.ticketone.it e www.mailticket.it, sul sito www.flowersfestival.it e presso la biglietteria del festival, la sera dello spettacolo.