ARENA DI VERONA annuncia i primi eventi per la prossima stagione

Arena di Verona 2021
Arena di Verona 2021 - credits: Ennevifoto

Il 2021, l’anno in cui è iniziato il percorso verso la ripartenza del settore spettacolo dopo l’emergenza sanitaria, ha visto in prima linea ARENA DI VERONA SRL che ha ottenuto, per la stagione degli Eventi Live e TV all’Arena di Verona, risultati importanti, non solo per l’Anfiteatro e la città, ma a livello nazionale.

L’appello alle Autorità a maggio 2021 di Federico Sboarina, Sindaco di Verona e presidente della Fondazione Arena, con Gianmarco Mazzi, amministratore delegato di Arena di Verona Srl e direttore artistico per gli eventi Live e TV all’Arena, ha fatto dell’Anfiteatro veronese l’unico luogo per eventi in Italia che ha ottenuto la capienza di 6000 persone.

«Quest’estate l’Arena e Verona sono state al centro dell’attenzione nazionale – afferma il Sindaco Sboarina – solo qui abbiamo potuto realizzare in totale sicurezza decine di eventi con 6000 spettatori, applicando un preciso protocollo sanitario. Anche quest’anno Verona ha affrontato con prontezza, tenacia e passione la difficile situazione che tuttora permane. Gli Eventi Live e TV 2021 si sono fatti tramite, in Italia e nel mondo, di un’immagine fiduciosa della Città».

«È stato un 2021 ricco di grandi soddisfazioni. Accendendo l’Arena, abbiamo acceso Verona e anche l’Italia. E adesso – annuncia Gianmarco Mazzi – ci buttiamo a capofitto nel 2022 verso la rinascita al 100%».

Una stagione che ha sottolineato la centralità dell’Arena di Verona come Tempio della musica in Italia, in cui si sono esibiti sul palco per la programmazione Live e TV oltre 300 artisti tra concerti unici, eventi TV e appuntamenti in live streaming.

I telespettatori che hanno seguito gli eventi TV dall’Arena di Verona sono stati oltre 27 milioni solo in Italia, in poco meno di quattro mesi: una cifra enorme di persone che grazie alla trasmissione degli spettacoli dall’Arena ha potuto vedere e apprezzare l’Anfiteatro, aumentando in modo significativo il potenziale promozionale di Verona.

Basti pensare all’imponente apertura della stagione 2021 dell’Arena di Verona con il concerto “Il Volo – Tributo a Ennio Morricone”, che, trasmesso in diretta su Rai 1, ha totalizzato un record vincendo la prima serata con il 25,8% di share, conquistando 4.702.000 telespettatori in Italia e ben 90 milioni negli Stati Uniti, grazie allo speciale in lingua inglese creato per la televisione pubblica statunitense. Oppure alle due serate in prima serata su Rai 1 Arena ’60 ’70 ‘80 presentate da Amadeus, per la prima volta conduttore all’Arena, nella sua città, Verona. E come non ricordare quei grandi eventi della musica che fanno parte dell’estate dell’Arena di Verona: Power Hits Estate 2021 (31 agosto) e Music Awards 2021 (8, 9 e 10 settembre).

Ma anche alla straordinaria iniziativa di Arena di Verona Srl che ha portato per tre volte in pochi giorni in prima serata su Rai 3 “LA GRANDE OPERA ALL’ARENA DI VERONA raccontata da PIPPO BAUDO e ANTONIO DI BELLA”, un ciclo di speciali appuntamenti con la grande Opera per la prima volta appartenenti ad una stessa stagione lirica e trasmessi in una rassegna televisiva dedicata.

La stagione si è conclusa il 30 settembre con il concerto per i 30 anni di carriera di Marco Masini, ma ha visto tanti appuntamenti. Gli eventi legati ad importanti anniversari come i 10 anni di carriera di Emma (6 e 7 giugno), i 25 anni di carriera di Carmen Consoli (25 agosto), i 50 anni di carriera di Jerry Calà con lo spettacolo “Buon Compleanno, Jerry!” e i 40 anni dall’uscita del disco “La voce del padrone” di Franco Battiato, scomparso lo scorso maggio e prontamente omaggiato dall’Arena di Verona con un concerto tributo “Invito al viaggio” (21 settembre) a cui hanno preso parte 55 artisti.

Anche quest’anno, artisti importanti per la vita musicale e culturale sono stati insigniti del premio Diva – Arena di Verona official Award, ovvero la scultura originale e numerata rappresentativa dell’Arena di Verona (una figura femminile con l’Arena ad incoronarle il capo) nata da un’idea di Gianmarco Mazzi e realizzata dal Maestro Rudy Camatta. Il premio è stato conferito, tra gli altri, ad Amadeus, Andrea Bocelli, Claudio Baglioni, Diodato, Il Volo, Emma, Carmen Consoli. In occasione dei Music Awards 2021, durante i quali la pregiata scultura è stata consegnata sul palcoscenico a ben nove artisti, una riproduzione in grande scala della Diva è stata posizionata proprio davanti all’Arena di Verona, in piazza Bra, come accade nei principali teatri mondiali. Per alcuni giorni, veronesi e viaggiatori hanno potuto ammirare la grande statua (alta oltre sei metri) posta a dominare la piazza e l’Arena.

ARENA DI VERONA SRL sta già lavorando ad un’altra grande stagione per il 2022!

Sarà una programmazione che finalmente riabbraccia i grandi artisti internazionali, molti dei quali hanno scelto l’Anfiteatro come unica data in Italia: tra questi NICK CAVE, GORILLAZ, KISS, TOTO, SCORPIONS.

L’Arena sarà anche una delle tappe dei tour internazionali dei SIMPLE MINDS e dei MÅNESKIN.

Non mancheranno gli eventi televisivi con grandi ospiti!

Oggi in conferenza stampa AMADEUS è intervenuto con un video messaggio annunciando la seconda edizione di ARENA ‘60 ‘70 ‘80, il viaggio nella storia della musica e delle canzoni impresse nella memoria collettiva. Dopo lo strepitoso successo di ascolti della prima edizione su Rai 1, infatti, a grande richiesta Arena ‘60 ‘70 ‘80 tornerà il 12 e 14 settembre 2022 all’Arena di Verona, sempre con la conduzione di Amadeus.

Le prevendite sono disponibili sul circuito TicketOne.

-->