SANREMO 2018 : ASCOLTI INCREDIBILI per Festival e le trasmissioni dedicate. Felici i conduttori

0
29

 

Entusiasmo per RAI e conduttori, i loro pensieri .. nel bene e nel male 

di Letizia Reynaud 

Come di consueto si conclude la kermesse del festival della canzone italiana, con la conferenza stampa del mezzodì della domenica. La stanchezza incombe su tutti ma i sorrisi dei successi rimangono ancora sotto i riflettori. Cosi arrivano sorridenti, felici e soddisfatti i tre presentatori di questa edizione 2018. Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino portano con se il successo di una grande squadra e di una Rai che produce qualità. ” E’ stato un Festival di Sanremo indimenticabile, capace di migliorare se stesso e di battere record di ascolti serata dopo serata.. “ così commenta il Direttore generale della RAI, Mario Orfeo. Il Festival chiude infatti con grandi ascolti, il miglior risultato dal 2002 con più di 12 milioni di telespettatori con una share del 58.3 per cento.e’ record anche per il “dopofestival” e per la striscia quotidiana “Prima Festival”.

Senza dubbio un esperienza indimenticabile anche per il trio alla conduzione. Favino molto autocritico con se stesso si assegna bassi voti per le prestazioni, 6,5 per la conduzione e  4 per la performance al sax ma non ha dubbi sul 10 tondo per quanto riguarda il divertimento. Rimane il fatto che il suo monologo sul tema immigrazione ha commosso tutti, autori compresi.

Michelle Hunziker, sorridente dopo la conclusione di Sanremo 2018. ph. Abbruzzese

La Hunziker, si vota 6 per il canto con Baglioni, ma per la conduzione lascia giudicare, sala stampa e pubblico. Si esprime invece in maniera sentita, riguardo ai brani portati in gara sul palco dell’Ariston. Svela le sue preferenze, in primis Le Vibrazioni tra i big. Nelle nuove proposte entusiasta di Ultimo fin da ben prima delle selezioni sanremesi, quando la figlia glielo fece scoprire come artista e futura rivelazione. I loro proostici si sono avverati, la grande voce del giovane ha infatti colpito nel segno.

Il dittatore del Festival, Baglioni, dichiara di essere pronto a breve a lasciare le redini del carrozzone, lasciando solo fiori e opere di bene. Contento del successo del festival, di quello dei testi scelti ma meno delle sue esibizioni canore che afferma, “potevano essere migliori..” e ancor meno delle sua capacità in qualità di presentatore.

la Robotcam

Si chiude il sipario del Teatro Ariston e si spengono i riflettori delle luci Rai, una squadra che ha lavorato in maniera scientifica dando valore all’arte dello snodo del cambio palco, introducendo anche l’utilizzo della Robotcam direttamente dalla Russia. Chissà cosa accadrà e che novità ci saranno per la prossima edizione .. intanto portiamoci a casa questa, i suoi brani, la sue polemiche, i suoi record e la velata possibilità di una conduzione Baglioni- Bis.

 

.